Crea sito

Perché Sanremo è di nuovo Sanremo

È finito. È finito tardi, è finito pure – per la fetta di mondo che vedevo dalla mia timeline di Twitter – male, ma è finito. Fra comici che non facevano ridere, interviste agli ospiti internazionali di pochezza imbarazzante, battute a sfondo razziale e co-conduttrici fatte come zucchine, Sanremo è finito. L’abbiamo seguito tutto, come si conviene […]

Serial: c’era una volta un omicidio

Le parole, come qualsiasi altra cosa, seguono delle mode. Una volta c’era “coda lunga”, ve la ricordate la coda lunga? C’è ancora, ma è un pezzo che non la vedo affacciarsi nelle conversazioni fra nerd della comunicazione online (dei quali mi pregio di essere un membro marginale, impreparato ma intuitivo: un giorno scriverò il mio […]

Come suona un libro?

Ho sempre scritto con la musica in sottofondo. Faccio parte di quella categoria di autori che sentono una canzone e si immaginano una scena e da lì parte tutto. La genesi del mio primo romanzo per Mondadori, Il mondo prima che arrivassi tu, è una storia che ho raccontato in lungo in largo (per farla […]

Ultimi post

Verybello.it: presto e bene non vanno insieme

È sabato, mi sono svegliata con calma. Molta calma. Un po’ prima di me si è svegliato il Ministro della Cultura Dario Franceschini, che ha approfittato del fine settimana per lanciare Verybello.it, il sito dedicato agli eventi in corso durante l’Expo di Milano del 2015: un sito che dovrebbe aiutare gli stranieri a orientarsi nella […]

Read More 11 Comments

Leggere, scrivere e far di conto: del perché l’analfabetismo funzionale fa male anche a te

Quando si parla di analfabetismo funzionale a me viene sempre in mente Mascetti che fa la scena della supercazzola. La supercazzola funziona per due motivi: non ha nessun senso per chi ascolta e a Mascetti basta usare un tono serissimo come se stesse facendo un discorso sensato. Solo il macellaio gli risponde “Non ho capito un […]

Read More 54 Comments

The Book Girls: perché la Young Adult si merita di più

“Ciao, mi chiamo Giulia. E sono…” Silenzio. “Ciao, mi chiamo Giulia, sono una scrittrice Young Adult.” “Ciaaaaaao, Giulia.” Il giallista non ha problemi a chiamarsi giallista, lo scrittore di noir si fa fare le foto con la faccia pensosa da intellettuale che lui c’ha Ellroy, c’ha. Gli autori di fantasy fanno le convention e le […]

Read More 2 Comments

Il Concertone e una generazione di arresi

Non volevo scrivere niente sul Concertone del Primo Maggio, un po’ perché poi finisce che lo faccio sempre (e ripetersi non è bello), un po’ perché è come sparare sulla Croce Rossa. Stavo per sorvolare anche sulle uscite infelici di Piero Pelù, molto bravo a cavalcare l’antipolitica e molto meno a inventarsi qualcosa di meno […]

Read More 52 Comments